Cultura e Salute - Arte, cultura, salute e benessere

Servizio comunicazione istituzionale

18 Ottobre 2021

Arte, cultura, salute e benessere - Il ruolo dell’arte e della partecipazione culturale sulla salute: una visione d’insieme. È questo il tema del primo incontro dedicato a “Cultura e Salute”, il corso della Facoltà di scienze biomediche dell’USI aperto al pubblico e realizzato in collaborazione con la Divisione Cultura della Città di Lugano e IBSA Foundation per la ricerca scientifica. La prima lezione si terrà lunedì 18 ottobre 2021 e avrà come relatore Enzo Grossi, professore esperto di cultura e salute, in dialogo con Graziano Martignoni, professore al Dipartimento di Economia aziendale della SUPSI e Emiliano Albanese, professore di Salute Pubblica, presso la Facoltà di scienze biomediche dell’USI.

La lezione sarà introdotta e moderata dal Prof. Enzo Grossi, autore del libro "Cultura e salute, la partecipazione culturale come strumento per un nuovo welfare", il quale terrà un key-note speech introduttivo per presentare il tema della lezione. La presentazione offrirà lo spunto per un confronto in presenza tra Graziano Martignoni, professore al Dipartimento di Economia aziendale, Sanità e Sociale della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) e Emiliano Albanese, professore di Salute Pubblica, presso l’Istituto di Salute Pubblica (IPH), Facoltà di scienze biomediche, Università della Svizzera italiana.

L'incontro si svolge dalle ore 18.00 alle ore 19.30 presso l'Aula polivalente del Campus Est dell'USI.

Contenuto della lezione

Le evidenze sul ruolo della partecipazione culturale nella promozione della salute sono basate essenzialmente su studi osservazionali. Emarginati sino a 10-15 anni fa dall’entourage epidemiologico più tradizionale, gli studi osservazionali hanno visto un incremento notevole
di interesse da parte della comunità scientifica, pubblica e privata, grazie a nuovi contributi metodologici intercorsi negli ultimi anni. In questo modulo, sono presi in rassegna i principali studi condotti in vari Paesi sul ruolo della partecipazione culturale nella promozione dello stato di salute.
Le evidenze disponibili sono convergenti e unanimemente a favore di un ruolo importante giocato dalla partecipazione culturale sull’allungamento della durata della vita e sulla prevenzione delle principali malattie croniche degenerative.

 

 //

Enzo Grossi

Medico, ricercatore, Scientific Advisor del Cluster Tecnologico Nazionale ALISEI di Scienze per la vita, Direttore Scientifi co Istituto di Neuropsichiatria Infantile Villa Santa Maria di Tavernerio (Como), Docente di cultura e salute presso la Facoltà di medicina dell’Università degli Studi di Torino. Ha insegnato la stessa materia presso lo IULM di Milano e l’Alma mater studiorum di Bologna. Socio Fondatore del Cultural Welfare Centre di Torino. 

Graziano Martignoni

Medico, psichiatra e psicoterapeuta FMH, è professore al Dipartimento di Economia aziendale, Sanità e Sociale della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana e ha insegnato Psicopatologia generale presso l’Istituto di Psicologia della Facoltà di Lettere e di Filosofia dell’Università di Friburgo.

Emiliano Albanese

MD, MPH, PhD, FMH: Professore Ordinario di Salute Pubblica, Istituto di Salute Pubblica (IPH), Facoltà di scienze biomediche, Università della Svizzera italiana; Professore Associato di Salute Mentale Pubblica e direttore del Centro di Collaborazione OMS per la Ricerca e la Formazione in Salute Mentale, presso la Facoltà di Medicina, Università di Ginevra; membro del Consiglio di fondazione della Swiss School of Public Health+.