Eventi
Ottobre
2020
Ottobre
2020
Ottobre
2020
Maggio
2021

Giovanni Pedrazzini sarà il nuovo Decano della Facoltà di scienze biomediche

(da sin.) Giovanni Pedrazzini, Greta Guarda, Luca Gabutti
(da sin.) Giovanni Pedrazzini, Greta Guarda, Luca Gabutti

Servizio comunicazione istituzionale

Nell’ultima sua riunione plenaria il Consiglio della Facoltà di scienze biomediche ha eletto Giovanni Pedrazzini quale nuovo Decano per il biennio 2021-2023. Ad affiancarlo saranno Greta Guarda (Vice Decana per la ricerca) e Luca Gabutti (Vice Decano per la formazione). I nuovi vertici della Facoltà entreranno in carica il 1° gennaio 2021, succedendo al Decano-fondatore Mario Bianchetti.

Giovanni Pedrazzini è co-primario del Cardiocentro Ticino e Professore ordinario della Facoltà di scienze biomediche dell’USI. Ha compiuto gli studi universitari di medicina all’Università di Losanna e si è quindi specializzato in Medicina interna e Cardiologia a Berna e Zurigo. È attivo dal Cardiocentro sin dalla sua apertura, nel 1999, ricoprendo dapprima il ruolo di responsabile del servizio di cardiologia interventistica, quindi quello di sostituto primario e da ultimo quello di co-primario. Dal 2012 ha la venia legendi all’Università di Zurigo. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, Giovanni Pedrazzini è membro – tra le altre – della Società Svizzera di Cardiologia, di cui è Presidente, dell’European Society of Cardiology, della Società Svizzera di Medicina Interna Generale e dell’Ordine dei medici del Canton Ticino.

Greta Guarda ha studiato biologia molecolare all’Università di Zurigo e ha portato a termine il lavoro di diploma all’ETH Zürich. Ha svolto poi il dottorato presso l’Istituto di ricerca in biomedicina - IRB, affiliato all’USI, studiando l’immunità mediata dai linfociti T. Nel 2007 è entrata come post-doc all’Università di Losanna, ottenendo l’incarico di senior lecturer nel 2010. Nel 2012 fonda il suo gruppo di ricerca grazie a una professorship del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica e a un ERC Starting Grant ottenuto nel 2013. Nel 2018 Greta Guarda torna all’IRB come direttrice di laboratorio (group leader) e, nel 2019, viene nominata Professoressa straordinaria alla Facoltà di scienze biomediche dell’USI. 

Luca Gabutti, internista e nefrologo, è primario di medicina interna all’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli dal 2016, dopo essere stato caposervizio di nefrologia e poi primario del reparto di medicina interna presso l’Ospedale Regionale di Locarno dal 2000 al 2015. Si è laureato alla Facoltà di medicina di Losanna nel 1990. Ha ottenuto poi il dottorato nel 1996 all’Università di Berna. È stato medico assistente e capoclinica in varie istituzioni sanitarie ottenendo i titoli di specialista FMH in medicina interna (1996) e nefrologia (1998). Nel 2006 consegue la libera docenza (PD) e nel 2012 il titolo di Professore all’Università di Losanna. Ha condotto e pubblicato numerosi studi clinici, in particolare nell’ambito dell’emodialisi. È Professore ordinario presso la Facoltà di scienze biomediche dell’USI.

 

Nelle settimane scorse abbiamo curato una “miniserie” dedicata a volti e storie della Facoltà di scienze biomediche in vista dell’avvio del Master in Medicina. Tra le interviste raccolte anche quelle ai tre futuri membri del Decanato della Facoltà:  

Sections