Eventi
29
Novembre
2024
29.
11.
2024
10
Maggio
2025
10.
05.
2025

iSupport Swiss: accompagna il familiare curante

5fd330d67d1b0404590e1a5675e9f686.jpg
e9ef01d6aefd874fb42652b7a65dda2e.jpg
4f368e6d968d640165188df48a742914.jpg
e68dcce16de9bb66eaf1da0d8827f248.jpg
b14c505d6bfa01fd424048c0e1d49a35.jpg

Servizio comunicazione istituzionale

17 Maggio 2023

È stato presentato in conferenza stampa iSupport Swiss, il programma di formazione e supporto per familiari curanti di persone affette da demenza in Svizzera sviluppato, nell’ambito della Strategia cantonale sulle demenze, dall’Istituto di salute pubblica (IPH) e dall'eLearning Lab dell’Università della Svizzera italiana, con il contributo del Dipartimento della sanità e della socialità del Canton Ticino (DSS) e di Pro Senectute, in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) e Alzheimer Ticino.

I membri della famiglia di una persona con demenza sono spesso i primi ad accorgersi che qualcosa non va, a volte ancora prima di una diagnosi: da un momento all’altro sono chiamati a svolgere un ruolo importante, quello di familiare curante. L’obiettivo di iSupport Swiss è quello di accompagnare il familiare curante nell’assistenza a una persona affetta da demenza, aumentando la sua conoscenza e rafforzando le sue competenze di cura, con il fine di migliorare la qualità di vita della persona assistita e la propria. Frutto di un lavoro di ricerca e collaborazione sul territorio durato tre anni, iSupport ha adattato contenuti, linguaggio e modalità di fruizione rispondendo alle esigenze dei familiari curanti presenti sul territorio, ed è ora disponile in versione web, applicazione per smartphone e tablet, e manuale cartaceo nelle tre lingue nazionali.

La conferenza stampa si è aperta con il saluto del Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento della sanità e della socialità Raffaele De Rosa, cui sono seguiti gli interventi della dottoressa Anna De Benedetti, presidente della Commissione cantonale per l’implementazione della Strategia cantonale sulle demenze, e di Paolo Nodari, direttore di Pro Senectute Ticino e Moesano. Ampio spazio è stato dedicato al coordinamento sul territorio ticinese di progetti dedicati al sostegno ai familiari curanti di persone affette da demenza, e alla collaborazione che ha portato allo sviluppo di iSupport Swiss.

A seguire, i co-responsabili dello studio iSupport, il Professor Emiliano Albanese, direttore dell’Istituto di salute pubblica dell'USI (IPH), e la Dott.ssa Maddalena Fiordelli, docente-ricercatrice dell’IPH, hanno spiegato la collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità e dell’adattamento di iSupport in Ticino, oltre che dei suoi sviluppi futuri.

La dottoressa De Benedetti ha rilevato come la Strategia cantonale sulle demenze abbia indirizzato l’offerta di prestazioni socio-sanitarie per le persone affette da demenza in Ticino e favorito l’ampliamento della stessa per affrontare l’aumento dei casi. In questo contesto epidemiologico la rete dei servizi e la collaborazione tra i diversi attori formali e informali ha agito attivamente includendo anche il familiare curante. iSupport s’inserisce nel solco strategico e operativo della Strategia cantonale sulle demenze teso a fornire anche al familiare curante conoscenze e suggerimenti utili per gestire alcune situazioni complesse, diminuendo così il proprio stress e quello della persona affetta da demenza.

Il Prof. Albanese ha sottolineato che “la collaborazione tra enti di ricerca e territorio è possibile e il risultato è una sinergia vincente per la creazione di prodotti validi, sia dal punto di vista scientifico, sia da quello della promozione della salute in Ticino e in Svizzera” e che “iSupport ne è un esempio virtuoso”.

“Si tratta di uno strumento interattivo pensato per il benessere del familiare curante, che possa accompagnare durante le varie fasi che caratterizzano la demenza. L’intento è quello di dare la possibilità di sviluppare nuove abilità e conoscenze, ma anche di offrire suggerimenti riguardo al proprio benessere”, ha sottolineato la Dr.ssa Fiordelli, aggiungendo che “è importante raggiungere i familiari curanti e fornire loro contenuti e strumenti basati sull’evidenza scientifica. Siamo felici di annunciare che questo lavoro continuerà anche nei prossimi anni grazie a un finanziamento Agorà da parte del Fondo nazionale”.

Durante la conferenza stampa è stato inoltre proiettato un video sull’esperienza di Claudio Sulser, familiare curante, membro del Comitato Consultivo e testimonial di iSupport Swiss.

Un ringraziamento speciale va a tutti i membri del Comitato Consultivo di iSupport e ai familiari curanti che hanno contribuito con il loro prezioso tempo allo sviluppo e all’adattamento dei contenuti e all’implementazione del programma in tutti i formati.

iSupport Swiss è gratuito e disponibile su App Store, Play Store e all'indirizzo www.isupport.swiss

Per maggiori informazioni: [email protected]